Sviluppo di un nuovo sistema per combattere COVID-19 che può essere utilizzato per altri virus

Gli scienziati, guidati da Pei-Yong Shi, hanno sviluppato il sistema progettando un sistema genetico inverso per il coronavirus 2 SARS o SARS-CoV-2, che sta causando l'attuale pandemia di COVID-19. Lo studio è attualmente disponibile in Cell Host & Microbe .

Sviluppo di un nuovo sistema per combattere COVID-19 che può essere utilizzato per altri virus

Sviluppo di un nuovo sistema per combattere COVID-19 che può essere utilizzato per altri virus

Un team multidisciplinare presso la University of Texas Medical Branch di Galveston che lavora per combattere il virus COVID-19 ha un sistema che sbloccherà la capacità dei ricercatori di sviluppare e valutare più rapidamente lo sviluppo di vaccini, diagnosticare i pazienti infetti ed esplorare se o come si è evoluto il virus .

Gli scienziati, guidati da Pei-Yong Shi, hanno sviluppato il sistema progettando un sistema genetico inverso per il coronavirus 2 SARS o SARS-CoV-2, che sta causando l'attuale pandemia di COVID-19. Lo studio è attualmente disponibile in Cell Host & Microbe .

Un sistema genetico inverso è uno degli strumenti più utili per studiare e combattere i virus. Il sistema consente ai ricercatori di creare il virus in laboratorio e manipolarlo in una capsula di Petri. Utilizzando questo sistema, il team UTMB ha progettato una versione del virus SARS-CoV-2 etichettata con neon verde. Quando il virus marcato infetta una cellula, la cellula infetta diventa verde.

"Il virus marcato potrebbe essere usato per determinare rapidamente se un paziente è già stato infettato dal nuovo coronavirus o per valutare in che misura i vaccini in via di sviluppo inducono anticorpi che bloccano l'infezione del virus. Il livello di anticorpi indotto da un vaccino è il parametro più importante nel prevedere come funziona un vaccino ", ha detto Shi, IH Kempner professore di genetica umana presso l'UTMB. "Il sistema virale con etichetta verde neon ci consente di testare i campioni dei pazienti in 12 ore in un modo ad alta produttività che testa molti campioni contemporaneamente. Al contrario, il metodo convenzionale può testare solo pochi campioni alla volta con un tempo di risposta lungo di una settimana ".

"Questa tecnologia può ridurre in modo significativo il tempo necessario per valutare lo sviluppo di vaccini e alla fine portarli sul mercato", ha affermato Xuping Xie, lo scienziato di ricerca dell'UTMB che ha progettato e sviluppato il sistema genetico. "UTMB sarà molto felice di rendere questa tecnologia ampiamente disponibile sia per i ricercatori del mondo accademico che per quelli del settore che lavorano per sviluppare rapidamente contromisure."

"Il sistema genetico ci consente di studiare l'evoluzione del nuovo coronavirus. Questo ci aiuterà a capire come il virus è saltato dalle specie di pipistrello ospite originale all'uomo. Resta da stabilire se è necessario un ospite intermedio per il passaggio da l'originale pipistrelli per l'uomo per il nuovo coronavirus ", ha dichiarato Vineet Menachery, Assistant Professor presso UTMB, che è stato co-senior autore dello studio. "Il sistema ha fornito uno strumento fondamentale per la comunità di ricerca".

"Questo è un altro esempio di scienza di gruppo presso l'UTMB", ha affermato il dott. Ben Raimer, presidente ad interim dell'UTMB. "Lo sforzo collettivo di team con competenze complementari ha lavorato insieme per fornire questo entusiasmante studio. Ampliamo la scienza del team ad aree di assistenza clinica e diagnosi del paziente implementando la tecnologia per i test sierologici".

Shi ha detto: "Questo non sarà l'ultimo virus emergente che affligge l'umanità. Negli ultimi due decenni, abbiamo visto altri coronavirus come SARS e MERS, così come altri virus come Zika, Ebola e altri. È fondamentale avere un sistema che può essere utilizzato per qualsiasi nuovo futuro o virus emergente in modo da poter rispondere molto rapidamente ai patogeni e proteggere la salute delle persone ".

Altri autori includono Antonio Muruato di UTMB, Kumari Lokugamage, Krishna Narayanan, Xianwen Zhang, Jing Zou, Jianying Liu, Craig Schindewolf, Nathen Bopp, Patricia Aguilar, Kenneth Plante, Scott Weaver, Shinji Makino e James LeDuc.

Per implementare la tecnologia per la diagnosi e la valutazione dei vaccini, il team UTMB ha ricevuto sovvenzioni dal National Institutes of Health e supporto filantropico dalla Robert J. Kleberg, Jr. e Helen C. Kleberg Foundation; Fondazione John S. Dunn; Fondazione Amon G. Carter; Fondazione Gillson Longenbaugh e Fondazione Summerfield G. Roberts.


Fonte:

University of Texas Medical Branch di Galveston


Riferimenti:

  1. Xuping Xie, Antonio Muruato, Kumari G. Lokugamage, Krishna Narayanan, Xianwen Zhang, Jing Zou, Jianying Liu, Craig Schindewolf, Nathen E. Bopp, Patricia V. Aguilar, Kenneth S. Plante, Scott C. Weaver, Shinji Makino, James W. Leduc, Vineet D. Menachery, Pei-Yong Shi. Un clone di cDNA infettivo di SARS-CoV-2 . Cell Host & Microbe , 9 aprile 2020; DOI: 10.1016 / j.chom.2020.04.004