Siamo ufficialmente entrati in un ciclo solare completamente nuovo

Sappiamo dalla metà del XVIII secolo che il nostro Sole evolve in un ciclo di 11,2 anni, durante i quali la sua attività varia tra un massimo e un minimo. Gli scienziati stanno usando le macchie solari, i risultati di un campo magnetico estremamente complesso, per monitorare il progresso di questi schemi successivi. Ci sono stati 24 di questi cicli da quando gli avvistamenti sono stati registrati per la prima volta.

Siamo ufficialmente entrati in un ciclo solare completamente nuovo

Lontano dalle disgrazie del nostro pianeta, il Sole ha avuto un anno piuttosto calmo. Una recente revisione della sua attività conferma quello che molti hanno sospettato negli ultimi mesi: la nostra stella è entrata in un nuovo ciclo solare da dicembre 2019.

Sappiamo dalla metà del XVIII secolo che il nostro Sole evolve in un ciclo di 11,2 anni, durante i quali la sua attività varia tra un massimo e un minimo. Gli scienziati stanno usando le macchie solari, i risultati di un campo magnetico estremamente complesso, per monitorare il progresso di questi schemi successivi. Ci sono stati 24 di questi cicli da quando gli avvistamenti sono stati registrati per la prima volta.

Pochi mesi fa, i ricercatori dello Space Weather Prediction Center (SWPC, Stati Uniti) avevano evidenziato trenta giorni consecutivi senza alcuna macchia visibile. Segno, secondo loro, che stavamo per entrare in un nuovo ciclo solare. Anche un team indiano dell'IISER Calcutta aveva confermato questi sospetti, segnalando l'inversione del campo magnetico solare all'inizio del 2020.

Un panel composto da esperti della NASA e della National Oceanic and Atmospheric Administration (NOAA), dopo un esame approfondito dell'attività della nostra stella, conferma effettivamente che dicembre 2019 ha segnato effettivamente l'inizio del ciclo 25 .

Per determinare l'inizio di questo nuovo ciclo, i ricercatori hanno esaminato i dati mensili sulle macchie solari compilati dal World Data Center for the Sunspot Index and Long-term Solar Observations, situato presso l'Osservatorio Reale del Belgio a Bruxelles.

Il sole può sempre sorprenderci

Ora, gli esperti prevedono che l'attività del Sole aumenterà gradualmente, portandoci al prossimo massimo previsto per luglio 2025 . Doug Biesecker, co-presidente del panel e fisico solare presso lo Space Weather Prediction Center della NOAA (Colorado), prevede che questo nuovo ciclo sarà "forte" come l'ultimo ciclo solare, considerato "sotto la media".

Tuttavia, "solo perché si tratta di un ciclo solare inferiore alla media non significa che non ci sarà il rischio di condizioni meteorologiche spaziali estreme", ha spiegato. “L'impatto del sole sulla nostra vita quotidiana è molto reale ed esiste. Quindi lo monitoriamo 24 ore su 24, 7 giorni su 7, 365 giorni all'anno, perché è sempre in grado di sorprenderci ” .

Per chi fosse interessato, gli astronomi hanno recentemente compilato tutte le immagini scattate dal Solar Dynamics Observatory (SDO) tra il 2 giugno 2010 e il 1 giugno 2020 al fine di creare un time-lapse che testimonia attività solare durante questo periodo. Ogni secondo del video qui rappresenta un giorno nella vita della nostra star. E se avete l'occhio noterete anche il breve transito di Venere operato il 6 giugno 2012.