Il livello del mare potrebbe salire di 39 cm prima del 2100

Lo scioglimento delle calotte glaciali della Groenlandia e dell'Antartide potrebbe aumentare il livello del mare del mondo di quasi quaranta centimetri entro il 2100 se le nostre emissioni di gas serra non diminuiranno, secondo uno studio condotto dal NASA.

Il livello del mare potrebbe salire di 39 cm prima del 2100

La NASA avverte che il livello del mare potrebbe salire di 39 cm prima del 2100

Lo scioglimento delle calotte glaciali della Groenlandia e dell'Antartide potrebbe aumentare il livello del mare del mondo di quasi quaranta centimetri entro il 2100 se le nostre emissioni di gas serra non diminuiranno, secondo uno studio condotto dal NASA.

Fino al 21 ° secolo, le calotte glaciali dell'Antartide occidentale e della Groenlandia hanno accumulato tanta massa quanta ne hanno perse. Il deflusso dell'acqua di disgelo è stato infatti compensato dalle nevicate. Ma negli ultimi vent'anni il ritmo crescente del cambiamento climatico ha sconvolto questo equilibrio. Recentemente, i dati satellitari hanno rivelato in particolare che i ghiacciai della Groenlandia avevano raggiunto il punto di non ritorno.

Innalzamento del livello del mare

Questo rapido scioglimento del ghiaccio non è ovviamente privo di conseguenze. Un rapporto dell'Intergovernmental Panel on Climate Change (IPCC), pubblicato lo scorso anno, aveva infatti stimato che la Groenlandia avrebbe contribuito per 8-27 cm all'innalzamento globale del livello del mare tra il 2000 e il 2100 . Avevano anche calcolato che l'Antartide poteva contribuire da 3 a 28 cm .

Come parte di una nuova ricerca guidata dalla NASA, un gruppo di circa 60 esperti (glaciologi, oceanologi e specialisti dell'atmosfera) di diverse istituzioni ha cercato di affinare queste previsioni. Per questo lavoro, pubblicato sulla rivista Cryosphere , i ricercatori si sono basati su due scenari climatici: uno secondo il quale le nostre emissioni di gas serra continueranno al loro livello attuale, l'altro secondo il quale saranno notevolmente ridotte qui 2100.

"Il punto di forza del nuovo rapporto era quello di raccogliere la maggior parte dei gruppi di modellazione delle calotte polari in tutto il mondo, ma anche di connettersi con altre comunità di modellatori oceanici e atmosferici per capire meglio cosa potrebbe accadere alle calotte polari" , ha detto Heiko Goelzer, dell'Università di Utrecht e coautore dello studio.

Quasi 40 cm prima del 2100

Il risultato: nella peggiore delle ipotesi, i ricercatori hanno stimato che la perdita di ghiaccio antartico avrebbe fatto aumentare il livello del mare di un piede entro la fine del secolo . Da parte sua, lo scioglimento della calotta glaciale della Groenlandia potrebbe aggiungere altri nove centimetri.

Un tale innalzamento del livello del mare, sottolineano i ricercatori, avrebbe conseguenze drammatiche.

Basterebbero poche decine di centimetri per ridisegnare il panorama mondiale. Centinaia di milioni di persone che vivono in aree sotto il livello del mare e importanti città costiere sarebbero minacciate e molte piccole isole sarebbero sommerse. Oltre all'aumento delle acque, i ricercatori prevedono anche un aumento della forza delle mareggiate , esponendo le regioni costiere alle inondazioni.