Covid-19: il mercato nero dei kit di test sul dark web

L'economia globale è ora a mezz'asta a causa della pandemia Covid-19. Tuttavia, alcune persone stanno andando bene, soprattutto sul dark web. Su questo Internet clandestino, i kit di screening vengono ora venduti a un prezzo elevato.

Covid-19: il mercato nero dei kit di test sul dark web

Covid-19: il mercato nero dei kit di test sul dark web

L'economia globale è ora a mezz'asta a causa della pandemia Covid-19. Tuttavia, alcune persone stanno andando bene, soprattutto sul dark web. Su questo Internet clandestino, i kit di screening vengono ora venduti a un prezzo elevato.

Kit oltre i $ 10.000

Con l'arrivo e la diffusione del coronavirus, è diventato rapidamente essenziale testare la popolazione . Sebbene alcuni paesi abbiano tardato ad agire, i venditori sono stati attivi sul dark web dall'inizio dell'epidemia. Un articolo pubblicato da Vice News il 16 settembre 2020 discute le attività di un famoso venditore anonimo americano Jason, che ha letteralmente "profumato" la vena.

Durante l'ultima settimana di gennaio 2020, Jason inizia a immagazzinare i kit per il test Covid-19. Tuttavia, l'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) non aveva ancora dichiarato un'emergenza globale riguardante il coronavirus. La persona con contatti in Cina è riuscita a ottenere questi kit di screening - test sierologici IgM / IgG - direttamente dalle fabbriche in Germania e Corea del Sud.

Mentre l'epidemia ha totalizzato solo 8.000 casi in meno di 20 paesi, Jason aveva intuito che i kit di test sarebbero stati rapidamente molto richiesti . Durante le prime settimane, l'uomo ha venduto migliaia di kit a centri medici negli Stati Uniti e in Italia per $ 180 ciascuno. Oggi vende i suoi kit al prezzo di $ 11.000 ciascuno.

Una storia di opportunità

Mentre il numero di casi è costantemente aumentato fino ad oggi, per un totale di oltre 32 milioni , la domanda di beni di prima necessità ha continuato ad aumentare. Questi includono maschere, disinfettanti per le mani, respiratori e, naturalmente, kit di screening. Ciò è spiegato in particolare dal rallentamento delle capacità produttive e ovviamente dalla paralisi del commercio mondiale.

Mentre la pandemia fatica a finire , i venditori del dark web continuano a vendere i loro prodotti. Secondo David Maimon, professore di giustizia penale e criminologia, la risposta dei governi alla pandemia ha aperto opportunità anche per questi stessi fornitori. La crisi dei kit di screening, inoltre, non sta per finire. Molti centri medici hanno capacità limitate e praticano il test di gocciolamento. Soprattutto, alcuni paesi come lo Zimbabwe hanno recentemente annunciato di essere in totale carenza .

I kit di screening non sono gli unici prodotti che fanno la fortuna di dozzine di venditori del dark web. In effetti, i vaccini "falsi", le placche di idrossiclorochina o il sangue dei pazienti con Covid-19 guariti stanno facendo un tuffo . David Maimon ritiene che i venditori si siano adattati molto bene alla pandemia. Hanno infatti diversificato la loro offerta aggiungendo prodotti che normalmente non vendono. Oggi, i kit di screening vengono quindi venduti sulle stesse piattaforme di quelli che vendono pistole semiautomatiche e farmaci come l'ecstasy.