Che cos'è il cambiamento climatico? Una guida davvero semplice

Che cos'è il cambiamento climatico? Gli scienziati affermano che il riscaldamento globale potrebbe avere un effetto catastrofico sul pianeta. Le attività umane hanno aumentato le emissioni di anidride carbonica, facendo salire le temperature. Condizioni meteorologiche estreme e scioglimento del ghiaccio polare sono tra i possibili effetti.

Che cos'è il cambiamento climatico? Una guida davvero semplice

Che cos'è il cambiamento climatico? Una guida davvero semplice

Gli scienziati affermano che il riscaldamento globale potrebbe avere un effetto catastrofico sul pianeta.

Le attività umane hanno aumentato le emissioni di anidride carbonica, facendo salire le temperature. Condizioni meteorologiche estreme e scioglimento del ghiaccio polare sono tra i possibili effetti.

Che cos'è il cambiamento climatico?

La temperatura media della Terra è di circa 15 ° C ma è stata molto più alta e più bassa in passato.

Ci sono fluttuazioni naturali nel clima, ma gli scienziati affermano che le temperature ora stanno aumentando più velocemente che in molte altre volte.

Ciò è collegato all'effetto serra, che descrive come l'atmosfera terrestre intrappoli parte dell'energia solare.

L'energia solare che si irradia nello spazio dalla superficie terrestre viene assorbita dai gas serra e riemessa in tutte le direzioni.

Questo riscalda sia l'atmosfera inferiore che la superficie del pianeta. Senza questo effetto, la Terra sarebbe circa 30 ° C più fredda e ostile alla vita.

Gli scienziati ritengono che stiamo aumentando l'effetto serra naturale, con i gas rilasciati dall'industria e dall'agricoltura che intrappolano più energia e aumentano la temperatura.

Questo è noto come cambiamento climatico o riscaldamento globale.

Cosa sono i gas serra?

Il gas serra con il maggiore impatto sul riscaldamento è il vapore acqueo. Ma rimane nell'atmosfera solo per pochi giorni.

L'anidride carbonica (CO2), tuttavia, persiste per molto più tempo. Ci vorranno centinaia di anni per tornare ai livelli preindustriali e solo così tanto può essere assorbito da bacini naturali come gli oceani.

La maggior parte delle emissioni di CO2 provocate dall'uomo provengono dalla combustione di combustibili fossili. Quando le foreste che assorbono il carbonio vengono abbattute e lasciate marcire o bruciate, il carbonio immagazzinato viene rilasciato, contribuendo al riscaldamento globale.

Dall'inizio della rivoluzione industriale intorno al 1750, i livelli di CO2 sono aumentati di oltre il 30%. La concentrazione di CO2 nell'atmosfera è più elevata che in qualsiasi momento in almeno 800.000 anni.

Anche altri gas serra come metano e protossido di azoto vengono rilasciati attraverso le attività umane ma sono meno abbondanti del biossido di carbonio.

Qual è la prova del riscaldamento?

Il mondo è circa un grado centigrado più caldo di prima della diffusa industrializzazione, afferma l'Organizzazione meteorologica mondiale (OMM).

I 20 anni più caldi registrati sono tutti avvenuti negli ultimi 22 anni , con il 2015-18 tra i primi quattro.

In tutto il mondo, il livello medio del mare è aumentato di 3,6 mm all'anno tra il 2005 e il 2015.

Gran parte di questo cambiamento è dovuto al fatto che l'acqua aumenta di volume man mano che si riscalda.

Tuttavia, si ritiene che lo scioglimento dei ghiacci sia la ragione principale dell'innalzamento del livello del mare. La maggior parte dei ghiacciai nelle regioni temperate del mondo si stanno ritirando.

E i registri satellitari mostrano un drammatico declino del ghiaccio marino artico dal 1979. La calotta glaciale della Groenlandia ha registrato uno scioglimento record negli ultimi anni.

I dati satellitari mostrano anche che la calotta glaciale dell'Antartico occidentale sta perdendo massa. Un recente studio ha indicato che anche l'Antartide orientale potrebbe aver iniziato a perdere massa.

Gli effetti di un clima che cambia possono essere visti anche nella vegetazione e negli animali terrestri. Questi includono tempi di fioritura e fruttificazione precedenti per le piante e cambiamenti nei territori degli animali.

Di quanto aumenteranno le temperature in futuro?

Il cambiamento della temperatura globale della superficie tra il 1850 e la fine del 21 ° secolo probabilmente supererà 1,5 ° C, la maggior parte delle simulazioni suggerisce.

L'OMM afferma che se l'attuale tendenza al riscaldamento continua, le temperature potrebbero aumentare di 3-5 ° C entro la fine di questo secolo.

Gli aumenti di temperatura di 2 ° C erano stati a lungo considerati la porta del pericoloso riscaldamento. Più recentemente, scienziati e politici hanno sostenuto che limitare l'aumento della temperatura a 1,5 ° C è più sicuro.

Nel 2018 un rapporto del gruppo intergovernativo di esperti sui cambiamenti climatici (IPCC) ha suggerito che il rispetto dell'obiettivo 1.5C richiederebbe " cambiamenti rapidi, di vasta portata e senza precedenti in tutti gli aspetti della società".

Le Nazioni Unite stanno conducendo uno sforzo politico per stabilizzare le emissioni di gas serra. La Cina emette più CO2 di qualsiasi altro paese. È seguito dagli Stati Uniti e dagli Stati membri dell'Unione Europea, sebbene le emissioni per persona siano molto maggiori lì.

Ma anche se ora riduciamo drasticamente le emissioni di gas serra, gli scienziati affermano che gli effetti continueranno. Grandi corpi idrici e di ghiaccio possono richiedere centinaia di anni per rispondere ai cambiamenti di temperatura. E ci vogliono decenni di CO2 per essere rimossi dall'atmosfera.

In che modo il cambiamento climatico ci influenzerà?

Vi è incertezza su quanto sarà grande l'impatto di un clima che cambia.

Potrebbe causare carenze di acqua dolce, alterare drasticamente la nostra capacità di produrre cibo e aumentare il numero di morti per alluvioni, tempeste e ondate di calore. Ciò è dovuto al fatto che i cambiamenti climatici dovrebbero aumentare la frequenza di eventi meteorologici estremi, sebbene il collegamento di un singolo evento al riscaldamento globale sia complicato.

Mentre il mondo si riscalda, più acqua evapora, portando a più umidità nell'aria. Ciò significa che molte aree subiranno piogge più intense - e in alcune zone nevicate. Ma aumenterà il rischio di siccità nelle aree interne durante le estati calde. Ulteriori inondazioni sono attese dalle tempeste e dall'innalzamento del livello del mare. Ma è probabile che ci siano variazioni regionali molto forti in questi schemi.

I paesi più poveri, che sono meno attrezzati per affrontare i rapidi cambiamenti, potrebbero soffrire di più.

Si prevedono estinzioni di piante e animali poiché gli habitat cambiano più velocemente di quanto le specie possano adattarsi. E l'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) ha avvertito che la salute di milioni di persone potrebbe essere minacciata da aumenti della malaria, delle malattie trasmesse dall'acqua e della malnutrizione.

Man mano che viene rilasciata più CO2 nell'atmosfera, l'assorbimento del gas da parte degli oceani aumenta, rendendo l'acqua più acida. Ciò potrebbe comportare gravi problemi per le barriere coralline.

Il riscaldamento globale provocherà ulteriori cambiamenti che potrebbero creare ulteriore riscaldamento. Ciò include il rilascio di grandi quantità di metano come permafrost - il terreno ghiacciato che si trova principalmente alle alte latitudini - si scioglie.

Rispondere ai cambiamenti climatici sarà una delle maggiori sfide che dobbiamo affrontare in questo secolo.